venerdì 22 novembre 2013

Torta Peppa Pig e famiglia

La PeppaPigghite è dilagante e prima o poi te la becchi!
Completa di tutto, casa, famiglia e palloncini.
Manca il fango, lo so, ma quel giorno splendeva il sole, le mele erano mature e la paperella sguazzava felice nell'acqua, anche se era oggettivamente poca, sbugiardando il famoso detto napoletano: "ll'acqua è poca e a' papera nun galleggia".

  • Pan di spagna al cacao, bagna al latte, crema al latte, gocce di cioccolato fondente
  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero realizzate a mano

giovedì 21 novembre 2013

Alice nel paese delle meraviglie {Torta e cupcakes}


Sempre più spesso, chi ti chiede di realizzare la propria torta di compleanno, ha già le idee ben chiare e complici dei maldestri e blandi tentativi di convincimento a lasciar fare alla mia immaginazione, mi ritrovo a dovermi confrontare con dei mostri di bravura e a soffrire di patemi d'animo man mano che modello ogni singolo particolare.
In questo caso, la torta da "copiare" è di una cake designer catanese, Rose D'Alba, che ho contattato via facebook per chiederle di poter utilizzare la sua idea per una torta di Alice. 
Lei si è detta felice e piacevolmente sorpresa per la correttezza che ho dimostrato chiedendole il permesso ma a me sembra il minimo sindacale averglielo chiesto prima di scopiazzare e poi di menzionarla ora come musa ispiratrice per ringraziarla. Ovviamente ci ho messo il mio zampino cambiando alcuni particolari, come la teiera e per dare un aspetto più ordinato, come piace a me, ho sradicato alcuni fiori..hehehe.. e aggiunto i cupcakes decorati a tema: 50, signori, CINQUANTA cupcakes, regalati dalla festeggiata a fine serata come ricordo per i suoi 18 anni. 
Io me la ricorderò di sicuro, questa torta: una settimana quasi insonne per realizzare tutto!

martedì 5 novembre 2013

Cake inspired by Nobu Happy Spooky


Ma quanto odio decorare le basi di polistirolo?
Preferisco perdere quattro giorni (e quattro notti) per lavorare su una torta vera con la costante paura che possa cedere sotto il peso delle decorazioni e del pan di spagna che inzuppato troppo di bagna rischi di diventare instabile o che scivoli via per colpa di una crema poco soda.
Proprio la presenza di queste incognite rende il decorare una torta una sfida da affrontare e una soddisfazione personale se si riesce nell'intento di portarla sana e salva a destinazione.
Ci sono, però, occasioni in cui è impossibile sfuggire al polistirolo, come nel caso in cui si presenti un'occasione per far valutare il proprio lavoro ad una delle cake designer più eccellente d'Italia e non solo: Teresa Insero, presente al Cake Fest Italia, tenutosi a Caserta, dal 25 al 27 ottobre 2013 nella splendida cornice del complesso monumentale del Real Belvedere San Leucio.
Leggendo, per caso, un annuncio sul profilo facebook della Maestra che invitava chi volesse a presentare un proprio lavoro, ho ripescato un' idea che avevo accantonato per mancanza di tempo: realizzare una torta ispirata a uno dei disegni di Domenico Scalisi, 27enne, siciliano, conosciuto su facebook come Nobu Happy Spooky.
Visitando la sua pagina facebook, rischiate seriamente di innamorarvi del suo universo di personaggi dall'aria un po' bizzarra e sinistra che dai suoi disegni meravigliosi acquistano tridimensionalità grazie alle sue capacità di modellare le paste polimeriche diventando sculture la cui principale caratteristica è quella di essere mobili con le loro gambine penzolanti che trasmettono una sensazione di essere quasi vivi o meglio ricordano dei burattini mossi da invisibili fili.
Mi sono innamorata del suo disegno "Don't panic", sia per il titolo che per i burattini raffigurati e il coniglio col cappello a cilindro e nonostante avessi solo un giorno per realizzare tutto, ci ho provato cercando di fare del mio meglio, ma ovviamente il suo stile è unico e nonostante il mio impegno e la mia ammirazione, non ho le magiche mani di Domenico Scalisi.
Si è rivelato un progetto più grande delle mie capacità perché richiedeva l'uso di coloranti e tecniche di pittura che io ignoro completamente (io non ho frequentato il liceo artistico) e scolpire il viso del burattino in pasta di zucchero la notte prima del giorno di consegna non ha aiutato certo l'asciugatura e in effetti non assomiglia allo stile di Scalisi (fronte altissima e occhi/naso/bocca sul fondo del viso spigoloso).
Nonostante tutte le difficoltà e la mia ritrosia nei confronti delle basi in polistirolo, sono felice di poter guardare la mia piccola opera esposta su una mensola in soggiorno e anche se il mio fidanzato l'ha definita "una cosa tetra e orrida come piace a te", io l' A-DO-RO e la sento MIA.
"Don't panic" DOMENICO SCALISI
watercolor/pencil on paper
21 x 29,7 cm

venerdì 18 ottobre 2013

Salame alla Nutella con nocciole caramellate {ricetta step by step}


Ok, le torte ricoperte di pasta di zucchero son belle da vedere sul blog ma spesso non pubblico le foto dell'interno perché non sempre ne ho a disposizione. C'è bisogno di "sostanza" e non solo di forma, quindi oggi niente di creativo ma qualcosa di estremamente delizioso e facilissimo da rifare.
Il classico salame di cioccolato acquista dolcezza e calorie grazie alla Nutella e alle nocciole caramellate, perché, secondo me, se devi mangiare un dolce, fosse anche solo un pezzetto, deve farti schizzare la glicemia ai massimi livelli e far applaudire le tue papille gustative.
Questa è una ricetta passo-passo che preparai molto tempo fa per il sito ricettepercucinare.com e finalmente la pubblico anche qui.
Qualora vi venga voglia di provarla o di farmi conoscere il modo in cui lo fate voi, lasciate un commento qui sotto oppure scattate una foto e pubblicatela sulla mia pagina facebook o cinguettate la vostra opinione con un tweet su @dolcicreativi
Ma ora veniamo alle cose serie: ecco la ricetta tutta per voi!



Ricetta:
SALAME ALLA NUTELLA CON NOCCIOLE CARAMELLATE
per 12 persone

Ingredienti: 
  • 250 g di mascarpone 
  • 250 g di biscotti secchi
  • 100 g di nutella 
  • 100 g di cioccolato fondente 
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 50 g di nocciole (pesate senza il guscio)

Procedimento:
  1. Tostate le nocciole in padella o in forno per il tempo necessario affinché si stacchi la pellicina scura e risultino croccanti. 
  2. Versate lo zucchero in una padella antiaderente e lasciar imbiondire.
  3. Aggiungete le nocciole tostate intere e mescolate affinché sia completamente ricoperte dal caramello.
  4. Ungete con qualche goccia di olio di semi, un piano di marmo (o una teglia da forno) e versateci il composto e lasciate raffreddare.
  5. A vostro gusto, potete lasciare le nocciole intere oppure spezzettarle con un coltello (io preferisco la seconda opzione!)
  6. Sbriciolate grossolanamente i biscotti in una ciotola capiente.
  7. In un'altra ciotola, amalgamate la nutella col mascarpone.
  8. Fondete a bagnomaria il cioccolato fondente e lasciatelo intiepidire.
  9. Versate il cioccolato fuso sulla crema di mascarpone e nutella
  10. Aggiungete le nocciole.
  11. Mescolate fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.
  12. Versate la crema così ottenuta sui biscotti sbriciolati precedentemente.
  13. Impastate con le mani fino a rendere i biscotti cioccolatosi.
  14. Trasferite il composto su carta forno.
  15. Arrotolare la carta forno, dando la forma allungata di un salame.
  16. Chiudete bene i bordi, arrotolando le estremità su loro stesse.

  • Lasciar riposare in frigo per circa 12 ore. 
  • Spolverizzare con zucchero a velo prima di servire.
  • Variante: più nocciole e meno biscotti (es. 100 gr. di nocciole + 200 biscotti).
  • E' possibile prepararlo con qualche giorno di anticipo alla consumazione, conservandolo in frigo.
  • Si può tranquillamente congelare.

giovedì 17 ottobre 2013

Mario & Luigi Bros.


Un mito. Anzi due: Mario e Luigi Bros.
La Nintendo ha provato ad inserire nei suoi giochi altri personaggi ma nessuno ha emulato lo stesso successo di questi due idraulici che da più di trent'anni mangiano funghi e stelle, zompettano su mattoncini, si infilano su e giù per tubi e combattono tartarugoni giganti per salvare la principessa Peach. 
Io ci ho perso l'uso dei pollici a furia di sbottonare sul joypad della Super Nintendo e non disdegno una partita nemmeno ora, con la Wii o sulla Nintendo 3Ds che rubo a mio cugino!
Proprio lui, in questo caso, è stato il mio consulente esterno per la realizzazione del background disegnandomi su carta, con estrema meticolosità, i dettagli di questa torta mentre io mi dedicavo a modellare in pasta di zucchero, i due fratelli.

  • Pan di spagna al cioccolato
  • Bagna aromatizzata leggermente al rum
  • Crema al mascarpone, latte condensato e panna montata
  • Gocce di cioccolato fondente
  • Copertura di pasta di zucchero
  • Cake topper e decorazioni in pasta di gomma, modellati a mano

martedì 15 ottobre 2013

Beagle cake


Quanti di voi hanno un cane in casa?
Avete notato quanto facciano bene al vostro umore, quando tornati a casa vi saltano incontro, scodinzolando e facendovi una festa di bentornato come se foste tornati da un viaggio di 80 giorni intorno al mondo, nonostante siate usciti solo per pagare un bollettino alle poste?
Io ne ho due, attualmente: Notte, una femminuccia, tutta nera, dolcissima e coccolona, che mi ha adottato circa 7 anni fa ed è la padrona del mio cuore (e del mio letto) ed un maschietto di circa 2 anni, razza Breton Epagneul, molto probabilmente abbandonato perché non vede 'na cippa lippa. Ma sa arrivare al frigo in mezzo secondo da qualunque posto si trovi in casa e mi localizza perfettamente per venire a scazzottarmi con quelle zampette felici. 
Pippo, è stato salvato dalla strada da mia zia, pazza per ogni tipo di quadrupede peggio di me.
Non contenta di averne solo due, quasi ogni pomeriggio, scappo a casa sua per la dose quotidiana di coccole da un scricciolo di nome Gollum, un simil Jack Russel, che è tanto territoriale e cattivissimo con gli altri cani quanto coccolosissimo con tutti i bipedi che incontra e poi, per fare le mie riverenze a Sua Maestà One dell'Etruria 2000.
Il re della casa è però un sovrano così buono da aver concesso ai suoi sudditi (noi umani) di chiamarlo semplicemente Nocciola in cambio di ciotole sempre piene di croccantini, divano e poltrone di sua esclusiva proprietà e il diritto sacrosanto di rubare il tappeto del bagno o gli stracci in cucina per farsi rincorrere per tutta la casa.

Ma perché descriverveli, se posso farvi vedere le loro faccette in foto?

giovedì 1 agosto 2013

Un rossetto Mac per la laurea (in sociologia) di una make up artist


Progettare una torta per festeggiare la laurea in sociologia di una mia amica non è stata impresa semplice perché abbiamo eliminato a priori il classico e stravisto tocco ed accantonato anche l'idea di creare un cake topper che raffigurasse il sociologo su cui lei ha discusso la tesi perché si correva il rischio che sembrasse la torta per un pensionato.
Lei è Rosaria, blogger di fidyabeauty.com, una make up artist davvero in gamba, capace di rendere femminile e far sentire bella anche me (un'impresa ardua che le è riuscita perfettamente!).
Così, tra una chiacchiera e un caffè, ha deciso i suoi colori preferiti e lasciato a me la decisione finale sulla composizione di questa torta. 
Non lasciatevi ingannare dal tutto bianco, la sorpresa di questa torta sta tutto al suo interno: verde acido e fucsia.
E' molto simile alla mia torta di compleanno, ve la ricordate? 

  • Red velvet fucsia e verde acido
  • Crema al mascarpone, latte condensato e panna montata
  • Gocce di cioccolato fondente
  • Copertura in pasta di zucchero e decorazioni in gum paste

martedì 30 luglio 2013

Torta Madagascar + Efelante guest star


E' un'esplosione di gioia questa torta!
Ci è voluto un bel po' di tempo per preparare tutti gli animali del film d'animazione Madagascar ma il risultato mi ha ripagato di tutta la fatica e le ore di sonno perdute.
Ero scettica all'idea di preparare una jungle cake per la stupida paura che potesse risultare, una volta terminata, un'accozzaglia di colori e un lavoro poco pulito.
Ma quando le richieste sono specifiche, non puoi sottrarti, ma solo aguzzare l'ingegno per disporre tutti gli elementi nel miglior modo possibile. Persino la semplice richiesta di inserire, oltre a tutti gli animali preferiti dalla bimba, anche un elefante, che proprio piccino non è, può farti andare in panico.
L'elefante più carino che conosco è Efelante, amico di Winnie Pooh, che insieme al tutù indossato dall'ippopotamo Gloria danno quel tocco di femminilità che mancava all'insieme.
Che ne pensate?

  • Pan di spagna al cacao
  • Bagna semplice con acqua e zucchero non aromatizzata
  • Crema al mascarpone, latte condensato e panna montata
  • Lamponi freschi
  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero
  • Animali in pasta di zucchero addizionata con gomma adragante realizzati a mano, senza stampi
  • Tutto commestibile

Profumo di hibiscus e paradisi tropicali


Sognate di godervi il sole che tramonta, tuffandosi nel mar dei Caraibi? 
Sognate di rotolarvi e impanarvi di sabbia sulle spiagge bianchissime delle Maldive?
Sognate di sorseggiare cocktails serviti direttamente nelle noci di cocco in riva al mar delle Hawaii..?

Pure io, l'ho sognato per tutto il tempo di esecuzione di questa torta in stile hawaiiano!
Chiudevo gli occhi e il calore del forno sembrava quello del sole.
Chiudevo gli occhi infilando le mani nello zucchero e mi sembrava di accarezzare la sabbia.
Chiudevo gli occhi e...qualcuno mi chiama e mi scuote un braccio.

Papà: "Sarù, t'ho portato un bicchiere di acqua e zucchero, bevitelo che ti stai abbioccando co' sti duecento gradi in cucina!"

-_-''

Peggio di uno tsunami.

  • Piano arancione: green velvet cake
  • Piano giallo: fuchsia velvet cake
  • Cupcakes: metà verdi e metà fucsia (stesso impasto)
  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero
  • "Sabbia" realizzata in zucchero scuro di canna
  • Cocco e hibiscus realizzati in pasta di gomma
  • Tutto commestibile, tranne gli ombrellini da cocktail

mercoledì 3 luglio 2013

Torta Prima Comunione Shabby Chic


Ritorno a pubblicare dopo un periodo che definire burrascoso è un eufemismo.
Ho aperto questo blog con l'intenzione di mostrare le torte e i dolcetti preparati per occasioni speciali e di festa e per creare un luogo lontano dalla tristezza e dalle incombenze quotidiane, facendo del mio meglio per strapparvi un sorriso con i miei commenti, a volte, strampalati.
Non è sempre così semplice avere un guizzo di positività, per me, che tendo al malinconico andante.
Spesso ho scritto articoli lunghissimi che sembravano le pagine di un diario personale di un'adepta di Satana e ringrazio il signor Blogger per aver messo un enorme bottone con su scritto "CANCELLA".
Oggi ho ricevuto una splendida notizia e voglio cogliere al volo questi 15 minuti di serenità per condividere questa torta-regalo per la prima comunione di mia nipote.
Non è recentissima e non mi sembra superfluo portarvi a conoscenza del fatto che la bambina raffigurata in cima alla torta ormai ha già fatto la cresima, si è sposata, ha avuto sette marmocchietti ed è diventata nonna di venti nipotini.
Dettagli.

  • Pan di spagna al limone
  • Bagna aromatizzata al limone
  • Crema diplomatica al limone
  • Fragoline di bosco

  • Copertura e decorazioni in pasta di zucchero
  • Cake topper in gum paste, modellato senza stampi

mercoledì 3 aprile 2013

Torta papaveri



Se dico "papaveri" qual è la prima cosa che vi viene in mente?
Forse quel motivetto che fa: "..lo sai che i papaveri son alti alti alti e tu sei piccolina.."

Oppure avete stampata nella mente l'immagine di quelle distese di campi rossi che creano i papaveri durante una passeggiata in campagna quando la primavera lascia il posto all'estate, no?

Invece la prima cosa che a cui penso io è Morfeo.
Proprio lui, figlio della Notte, il dio del sonno che sfiora le palpebre dei dormienti con i petali dei papaveri rossi per donare illusioni e sogni realistici.
Penso all'oppio e alla morfina, sostanze capaci di indurre labili stati di iperattività che si tramutano in stati di sonnolenza e oblio.
Non c'è fiore più semplice eppur misterioso allo stesso tempo.
E' capace di fiorire ai bordi delle strade o di ricoprire intere distese di campi incolti ma se lo strappi dalla terra lo vedrai appassire e morire tra le tue mani in meno di un'ora. 
Il colore della luce, il bianco, contrapposto all'assenza di colore, il nero rappresentano lo sfondo adatto a far risaltare anche il meraviglioso color vermiglio del fiore dipinto e tridimensionale, nonché regalare un'aura speciale alla torta che vuol essere un inno al fiore dei sogni.

  • Red Velvet Cake
  • Copertura in pasta di zucchero
  • Fiori dipinti a mano libera
  • Papavero realizzato in pasta di gomma senza stampi e venatori in silicone
  • Ispirata ad un lavoro di Bubolinkata

venerdì 29 marzo 2013

NUTELLOTTA {ricetta step by step}


Qualcuno lassù ha deciso che questa primavera non s'ha da fare.
Vento, acquazzoni e un timido sole che gioca a nascondino dietro alle nuvole non aiutano a tenere alto l'umore.
Appena metti il muso fuori di casa, ti vien voglia di tornare sotto al piumone, davanti al camino acceso e una cioccolata calda, versata rigorosamente in una tazza a pois rossi.
Perchè a pois, direte voi?
Facile: si intonano ai tondeggianti frutti dei ribes che accarezzano questa meravigliosa bomba, di calorie e di coccole, che è un tripudio di Nutella.
Sopra, sotto, in mezzo, non c'è scampo: l'aroma di cacao ti avvolge e ti spinge a morderla..

Vorreste preparare anche voi la Nutellotta?
E' semplicissimo: segnatevi gli ingredienti, le dosi e il procedimento subito dopo il passo-passo fotografico e mettetevi all'opera!
Ricetta: NUTELLOTTA

Ingredienti per il pan di spagna:
  • 250 gr. di farina "00"
  • 250 gr. di zucchero
  • 250 ml. di latte
  • uova 
  • 50 gr. di cacao amaro 
  • 75 gr. di burro fuso
  • gr. di lievito per dolci 
  • 2-3 tazzine di caffè

Ingredienti per la farcitura e copertura:

  • 400 gr. di mascarpone 
  • 250 gr. di nutella

Preparazione:
Preriscaldate il forno a 170°C. 
  1. Amalgamate le uova con lo zucchero in una ciotola e mescolate con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto chiaro e denso.
  2. Unite in una ciotola capiente, la farina 00, il lievito e il cacao in polvere.
  3. Versate il latte, a filo, nel composto di uova e zucchero e date un giro di frusta per amalgamare.
  4. Setacciate la farina, il lievito e il cacao in polvere sulle uova e incorporate delicatamente con un cucchiaio di legno, con un movimento dal basso verso l'alto.
  5. Incorporate delicatamente il burro fuso e amalgamate il tutto.
  6. Imburrare e infarinare uno stampo da zuccotto di 24 cm. 
  7. Versate nello stampo e infornare per circa 30 minuti (forno statico)Sfornate e lasciate raffreddare 5 minuti nello stampo, poi, capovolgete su una gratella e lasciate raffreddare completamente. 
  8. Tagliate orizzontalmente per ottenere 3 strati di torta al cioccolato.A piacere, bucherellate ogni strato con uno stuzzicadenti o una forchetta e cospargere di caffè. 
  9. Preparate la crema, mescolando con le fruste elettriche, il mascarpone e la nutella fino ad ottenere una crema omogenea. Assemblate la torta, alternando uno strato di pan di spagna ad uno strato spesso di crema alla nutella. 
  10. Spalmate la farcia anche su tutta la superficie del dolce e decorate a piacere con dei riccioli di cioccolato fondente e accompagnate con ciuffi di panna montata.

lunedì 11 marzo 2013

Saetta McQueen {torta scolpita} + tutorial


Vi posso assicurare che è stato più facile assemblare la torta che sistemare il tutorial!
Ma ci tenevo tanto a farvi un "regalo" che spero sia gradito per chi vorrà cimentarsi nella realizzazione di una torta scolpita di Saetta McQueen, protagonista del film d'animazione Disney-Pixar, Cars.
Ho usato una base al cioccolato perché, secondo me, riesce a tenere meglio la forma senza dover ricorrere ad impasti anglosassoni che non sempre incontrano i gusti di tutti, almeno dalle mie parti. 
Ho leggermente bagnato con acqua, zucchero e un goccio di rum che si sposa meravigliosamente con il cioccolato ed esalta anche la mousse al cioccolato bianco con cui ho farcito la base.
Per scongiurare lo "spatasciamento" della torta, non ho usato la panna, ma l'ho stuccata con una ganache al cioccolato bianco e lasciato in frigo per un'intera notte.
La mattina seguente ho eseguito la copertura con la pasta di zucchero e creato tutti i dettagli, rivestendo anche il vassoio per creare la perfetta ambientazione.

Dopo il salto, le immagini del tutorial passo-passo.
Per qualsiasi altra informazione, lasciate un commento e cercherò di rispondervi nel più breve tempo possibile.